Cerca riferimento normativo calcolo parcelle



Riferimenti normativi calcolo parcelle

Stampa

Ordine ingegneri di Teramo - Linee guida revisione parcelle rev. 2 del 10.10.2005

Postato in Linee guida compilazione parcelle

TARIFFA DEGLI ONORARI PER LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI
DEGLI INGEGNERI


IN DATA ___/___/___ VERBALE DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE n.____ DELIBERATE LE SEGUENTI LINEE
GUIDE PER LA COMPILAZIONE DELLE PARCELLE.
SI INVITANO I COLLEGHI A COMUNICARE EVENTUALI OSSERVAZIONI.
INTRODUZIONE
Dal 1949 ad oggi si sono modificate le tecniche di ingegneria; sono state emanate nuove norme in materia di
prevenzione e sicurezza, nuovi settori si sono presentati agli ingegneri.
La presente guida non può quindi contemplare tutti i casi in cui siamo chiamati a svolgere la nostra attività, si prefigge
comunque lo scopo di rendere più agevole la quantificazione delle nostre prestazioni professionali.
La trattazione riguarderà sia il testo unico di cui alla legge 143/49 e successive modifiche ed integrazioni che il D.M.
4.4.2001.
Si esporranno innanzi tutto i criteri di carattere generale, destinati ai meno esperti nel settore tariffario ed in seguito i
criteri per quantificare prestazioni non previste sia nella legge 143/49 che nel D.M. 4.4.2001.
Con questa guida, comprensiva del regolamento, ci si prefigge di dare interpretazioni e ove necessitano integrazioni
alla tariffa professionale per quei casi in cui gli articoli di legge non sono esaustivi.
Si esporrà una casistica di parcelle con l’intento di uniformare sia il più possibile la revisione di parcelle per tutti gli
Ingegneri della provincia di Teramo che rendere più semplice il compito alla commissione parcelle.
In definitiva la presente guida dovrà sia mettere la commissione parcelle in condizione di valutare con equità ed
imparzialità le richieste di opinamento di onorari che portare a conoscenza la pubblica Amministrazione delle modalità
di calcolo degli onorari.
Gli iscritti richiedono l’opinamento di parcelle sia prestazioni ad enti pubblici che a privati con i quali non sempre si
riesce ad essere liquidati.
Il visto dell’Ordine sulla parcella professionale si basa:
• committenza Ente pubblico esclusivamente su quanto dichiarato dal professionista che se ne assume tutte le
responsabilità;
• committenza privata sia su quanto dichiarato dal professionista in parcella che sulla documentazione prodotta
dall’iscritto a sostegno della prestazione svolta.
Si ricorda che il visto sulla parcella professionale e’ necessario per poter richiedere al giudice il decreto ingiuntivo a
pagamento della prestazione effettuata. Se la controparte si oppone al decreto ingiuntivo, si instaura di fatto una causa
civile tra le parti e quindi ognuno sarà chiamato a dimostrare le proprie ragioni.
SUCCESSIONE DI TARIFFE PROFESSIONALI
In caso di successione di Tariffe Professionali, (a seguito di aggiornamento e/o modiche legislative ) il compenso da
liquidare verrà determinato con riferimento alla tariffa vigente alla data di esecuzione della prestazione professionale .
La data di esecuzione suddetta sarà individuata come di seguito.
A. Committenza pubblica
• per la progettazione , per le perizie di variante e/o suppletive, per le perizie di assestamento,per perizie in genere,
per i collaudi statici , amministrativi o impiantistici, per i certificati di regolare esecuzione , si considera la data di
trasmissione dei relativi elaborati
• per la D.L., Assistenza al Collaudo , Liquidazione e la Contabilità si considera l’intervallo di tempo dello svolgimento
della prestazione ;
B. Committenza privata
• Nel caso di Committenza Privata, in assenza di documentazione certa, il professionista rilascerà all'Ordine una
dichiarazione attestante la data dell’ avvenuta prestazione .

 

Per scaricare il documento completo in pdf clicca qui: Ordine ingegneri di Teramo